fbpx

Amul è un gioco di collezione set e gestione della mano per 3-8 giocatori, edito in Italia da Playagame Edizioni. I’ambientazione è l’antica città di Amul, uno dei più importanti snodi commerciali medievali della via della seta. In questo scenario andremo a vestire i panni di mercanti, in competizione tra loro, che dovranno accumulare ricchezze, influenza e prestigio.

TL;DR

Amul è un gioco di collezione set e gestione della mano, che ha come particolarità le dinamica del mercato, in cui i giocatori offrono delle carte ai loro avversari, e delle carte “mano” che non si possono giocare ma che valgono a fine partita. Il gioco è divertente e facile, ottimo per neofiti e giocatori abituali ma poco profondo per giocatori esperti.

Amul - Il mercato
Amul – Il mercato

Il gioco

Prima di iniziare si selezionano le carte necessarie in base al numero di giocatori, identificate da un numero in basso a destra su ogni carta. Fatto questo si posiziona la plancia mercato al centro del tavolo, si prendono le carte bazar e palazzo e si posizionano a faccia in sù creando le rispettive zone a destra e sinistra della plancia. Ogni giocatore riceve 5 carte del mazzo di pesca comune che viene posizionato nella zona del mercato. Sempre nella zona del mercato si svelano tre/quattro/cinque carte in base al numero giocatori. A questo punto non resta che decidere chi sarà il primo giocatore che riceverà le carte conta round e la carta primo giocatore. 

Una partita di Amul si sviluppa su 9 round, nei quali si svolgono sempre 4 fasi:

  1. determinare chi è il primo giocatore
  2. pescare una carta dal mazzo e ricreare il mercato
  3. offrire e ricevere una carta dal mercato
  4. giocare una carta

Durante il primo giro, ovvero fino a quando la carta primo giocatore non torna a chi ha il segna round davanti a sé, il primo giocatore sarà sempre il successivo in senso orario. Dopodiché sarà la maggioranza di simboli militari presenti sulle carte giocate a determinare chi inizia. Successivamente ogni giocatore pesca una carta dal mazzo, si scartano le carte rimaste nel mercato dai turni precedenti e si svelano le nuove.

Ogni giocatore dovrà ora scegliere una carta dalla propria mano da offrire al mercato. Una volta che tutti avranno scelto si sveleranno contemporaneamente tutte le carte nel mercato e, a partire dal primo giocatore, tutti potranno pescarne una. Fatto questo tutti sceglieranno una carta da giocare e la metteranno coperta sul tavolo davanti a se, e quando tutti avranno scelto si sveleranno sempre contemporaneamente. A questo punto non resta che risolvere eventuali effetti delle carte giocate e procedere con il round successivo.

Giunti alla fine del nono round si procederà a contare i punti determinati dai set collezionati, dalle combo di carte e dalle maggioranze di simboli arabi e mongoli: il primo, secondo e terzo giocatore con la maggioranza di simboli(prima arabi poi mongoli) faranno rispettivamente 8, 4 e 2 punti.

Amul - Le Carte
Amul – Le Carte

Le carte

In Amul le carte sono molto varie e hanno dinamiche diverse. All’interno della scatola è presente un utilissimo compendio in cui sono spiegate tutte le carte permettendo ai nuovi giocatori di chiarire dubbi senza svelare la propria mano.

Di seguito elenco le caratteristiche principali di alcune carte per darvi un’idea delle meccaniche.

Ogni carta avrà un simbolo mano, tavolo o entrambi. La differenza tra i simboli mano e tavolo è che la carta che ha esclusivamente il simbolo mano non potrà essere giocata, ma varrà i punti e le eventuali combo varranno se si è in possesso di quella carta alla fine della partita. Nel caso ci siano entrambi, il giocatore potrà scegliere se tenerla nascosta o giocarla sul tavolo.

Alcune carte non hanno un vantaggio di punti ma permettono di prendere delle carte dal palazzo o dal bazar e aggiungerle alla propria zona di gioco. Queste carte non sono particolarmente diverse da quelle presenti nel mazzo, ma permetto di fare delle combo con alcune collezioni, nel caso del bazar, o di recuperare degli oggetti necessari a completare dei set, nel caso del palazzo.

Alcune carte dipendono non solo dalle carte giocate nella propria zona o presenti nella propria mano ma dalle carte in possesso/giocate dai propri vicini. Alcune addirittura solo da queste, quindi senza le proprie, alcune da tutte le carte di quel tipo in gioco. Un esempio di queste ultime è il cammello, che vale di più se ce ne sono pochi in gioco.

Per il dettaglio delle altre carte vi invito a fare un giro su Board Game Geek, dove ci sono alcune immagini.

Amul - Il Palazzo
Amul – Il Palazzo

Conclusioni

Il gioco risulta piacevole e adatto ad un pubblico di neofiti, che cercano un gioco dalla durata contenuta e non troppo complesso da spiegare/imparare. Farà invece storcere un po’ il naso ai giocatori più esperti, che non troveranno la complessità o la profondità che si aspettano da questo genere di titoli. Personalmente lo sto intavolando spesso grazie alla breve contenuta, circa 40 minuti, e alla bassa complessità. Unica pecca la simbologia e la varietà delle carte che può spaventare all’inizio; devo dire che l’idea di aggiungere il compendio è stata un’ottima mossa, per permettere a tutti di capire le carte senza “rovinare” la prima partita.

Per noi di Smart Gaming è un buon titolo e lo consigliamo! Sarà prossimamente disponibile alle nostre serate, quindi se vi ha incuriosito seguiteci su Facebook e Instagram per scoprire quando venire a provarlo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *